Chi siamo

Radio Città Bollate nasce ufficialmente nell’agosto del 1990 come associazione sotto la guida dell’allora parroco Don Franco Fusetti, grande sostenitore di questa forma di comunicazione per la parrocchia. Don Franco è il primo presidente del consiglio direttivo di Rcb, formato al tempo da tre persone e da alcuni volontari che già prima di allora si erano prodigati per questa attività.

La sua sede è all’interno dell’oratorio San Filippo Neri nei locali di proiezione di quello, che al tempo di Don Vincenzo Donadeo, era il cinema della Parrocchia San Martino, attigui all’attuale sala oratoriana che prende il nome dall’illustre coaudiatore.

La radio non trasmette 24 ore al giorno ma solo nella fascia serale in base alla disponibilità dei collaboratori. Grazie ad un cavo istallato fino alla vicina Chiesa di San Martino si manda in onda la S.Messa domenicale.

E’ solo con il trasferimento nei locali attuali che Radio Città Bollate prende una nuova fisionomia.

I locali erano sede da decenni delle prove della Banda musicale S.Cecilia. Sia al primo che al secondo piano due grandi stanze e null’altro. Lodevole il lavoro dei collaboratori per creare al primo piano una segreteria e al secondo tre stanze adibite due a locali tecnici e una ai conduttori. Si inizia a trasmettere 24 ore al giorno e ci si munisce del classico “bobinato” che consenta di mandare in onda musica anche di giorno.

Con l’adozione di una regia automatica e di un ricevitore satellitare, Radio Città Bollate intraprende la strada della programmazione orizzontale: stessa cadenza di eventi per tutto l’arco della settimana. Siamo alla fine degli anni novanta.

Il 2000 nasce all’insegna di un progressivo allentamento dell’impegno radiofonico a causa della malattia e successiva morte di Don Franco Fusetti ed anche dell’abbandono di alcuni fra i primi collaboratori. Si susseguono guasti agli apparati. Grande impegno nello spronare l’attività trova il sostegno del presidente Alberto Conte, che nonostante il periodo poco positivo, cerca di ridare slancio all’associazione.

Determinante l’appoggio dell’allora  parroco Don Giovanni Mariano che, nonostante il rilevante impegno economico, da il via alla completa ristrutturazione della radio, a partire dai locali fin alla strumentazione.

La tragica prematura scomparsa del presidente Alberto Conte è la scintilla che da nuova forza ad un rinnovato impegno; lavorando anche di notte si ricostruiscono gli studi e si ricomincia a trasmettere a pieno regime. Siamo nel 2005.

Oggi Radio Città Bollate vanta apparati di prim’ ordine che gli permettono, ormai da diversi anni, di trasmettere in diretta e nel contempo realizzare programmi, di seguire tutti i più importanti avvenimenti della parrocchia e della città, mandare in onda dall’attigua parrocchia due S.Messe al giorno, seguire eventi quali processioni e sfilate per le vie cittadine, tutto rigorosamente in diretta.

L’attuale presidente Katya Lanciotti vanta la collaborazione di una ventina di collaboratori, tutti volontari, che si alternano 24 ore al giorno per tutta la settimana.

 Come sempre l’impegno di tutti tiene viva la nostra radio ormai da un ventennio.

Nel novembre 2011 Don Giovanni Mariano ha lasciato la Parrocchia di San Martino, mantenendo comunque la responsabilità della testata giornalistica. Nuovo parroco di San Martino e vicepresidente di Rcb è Don Maurizio Pessina.